come usare la punteggiatura in inglese
21 Giu 2017

Come usare la punteggiatura in inglese

Come usare la punteggiatura in inglese

 

Se scrivendo una mail, una presentazione di lavoro o un breve testo ti sono venuti dubbi su come usare la punteggiatura in inglese e ti sei soffermato a pensare se fosse il caso di aggiungere o togliere una virgola, mettere due punti o punto e virgola vuol dire che hai colto una sfumatura che mette in crisi anche molti madrelingua: le regole di punteggiatura in inglese.

In British English, così come in American English, le frasi complete sono tendenzialmente brevi e hanno un soggetto, un verbo e un complemento. In Italiano si tende a scrivere periodi lunghi, con incisi, e si può sottintendere il soggetto. Va da sé che l’uso della punteggiatura può cambiare sotto alcuni aspetti e generare confusione.

Se in alcuni casi (come per il punto e virgola) non esistono differenze tra l’inglese e l’italiano, ci sono altri casi in cui la diversità d’uso è evidente e va rispettata per non incorrere in errori grossolani.

Abbiamo pensato di preparare per voi un piccolo vademecum sulla punteggiatura, in modo da aiutarvi a destreggiarvi nell’uso dei segni di interpunzione e togliervi definitivamente l’assillo di dover scegliere tra le single e le double quotation marks (anche le classiche virgolette hanno un loro perché).

 

Full stop – Il punto

Il punto, in inglese come in italiano indica la fine di un pensiero o di un periodo.

Anche in inglese esistono periodi lunghi ma, di solito, se in italiano è frequente imbattersi in periodi di sei righe, dove abbondano incisi e frasi relative, in inglese è più facile incontrare frasi più brevi di due o tre righe. In British English il punto si chiama full stop, mentre in American English, period.

La Virgola – Comma

Sembra innocua, ma non lo è. La virgola, che esprime la pausa del discorso tra una parola e l’altra in un elenco o per separare le proposizioni secondarie dalle principale, è quel segno che – se usato male o a sproposito – può stravolgere il senso della frase. Guardate qui:

come usare la punteggiatura in inglese

Quando si usa la virgola?

  • Per separare le proposizioni secondarie dalle principali (solo se la subordinata precede la principale)

Example: After the party, Matt and I went to see the sunrise at the beach

  • Per separare proposizioni indipendenti ma correlate da un punto di vista logico (in questo caso la congiunzione non può mancare)

Example: I went to the football match yesterday, but I didn’t enjoy it

  • Dopo sì e no

Example: No, it wasn’t me

  • Per separare i punti di un elenco

Example: I bought books, notebooks, pens and pencils

Non è raro, però, trovare anche la frase:” I bought books, notebooks, pens, and pencils” con la virgola che precede la congiunzione “and”. Si tratta della Oxford comma; viene chiamata così perché utilizzata alla fine di un elenco dagli editori della Oxford University Press. In italiano sarebbe inaccettabile, in inglese non è un errore. Entrambe le forme sono,quindi, perfettamente accettabili.

Il punto e virgola – Semicolon

 

Il punto e virgola si usa per dare una pausa più lunga rispetto alla virgola o per separare gli elementi di un elenco dove ci sono più di due attribuzioni o nomi.

 

Example:  Mr Tom Dickinson, Phisician;

                  Mrs Jane Campbell, Teacher

                  Mrs Sybil Sunders, Writer

 

I due punti – Colon

 

I due punti, come in Italiano, hanno una funzione esplicativa: servono a spiegare o a dare maggiori informazioni rispetto alla frase precedente.

 

Example: I need the following medicines: aspirin, Tylenol and eye drops.

 

Tuttavia non devono essere usati – a differenza dell’italiano – dopo un’espressione equivalente a “per esempio”, cioè “for example”, for “instance”, “such as” ma anche “consists of” e “include” insieme a una lista di nomi.

 

L’apostrofo – apostrophe

In inglese si usa per:

  • Le contrazioni

Example: do not cross the road – don’t cross the road

  • Le abbreviazioni

Example: government – gov’t

  • Il genitivo sassone:

 

Si inserisce l’apostrofo e la S per indicare appartenenza ad una persona, un luogo o una cosa. (Ex: John’s car, London’s Financial District, the house’s roof).Quando la parola termina con S, si mette l’apostrofo dopo la S alla fine del vocabolo (Ex: Charles’ House)

 

 

Il trattino alto – Dash

 

Il trattino alto è molto comune nel discorso scritto colloquiale e ha la stessa funzione della virgola, del punto e virgola e della parentesi. Il trattino che apre e chiude una frase, una parola, un inciso serve ad aggiungere un’informazione al contesto che si sta descrivendo:

Example: In my opinion – as I’ve already told you once – dogs should be allowed everywhere.

Il trattino alto si usa anche per introdurre quello di un c.d. afterthought (una riflessione che avviene in un secondo momento) o qualcosa di sorprendente o inaspettato.

Example: I’ll be the bridesmaid -at least I’ve been told so.

Example: I’l be waiting for Susan when – believe it or not – John popped in out of the blue.

 

Virgolette – Quotation marks o inverted commas

 

Le virgolette si usano per sottolineare l’uso particolare di una parola, per citare o delimitare un discorso diretto, per delimitare una citazione, per introdurre nel testo un titolo di libro o di un articolo. In British English si chiamano inverted commas e si utilizzano singole ( ‘….’) , in American English si chiamano quotation marks e si usano doppie (“….”).

 

Puntini di sospensione – Ellipsis

I puntini di sospensione – in tutte le lingue del mondo – sono sempre tre. Se la frase termina con i puntini di sospensione, quella successiva inizierà con la lettera maiuscola. Se, invece, i puntini di sospensione sono all’interno di una frase e rappresentano una pausa, la parola successiva dovrà essere scritta con la lettera minuscola.

Si usano per indicare:

  • Sorpresa
  • Per non completare volutamente un pensiero
  • Per sottintendere un pensiero o una conseguenza che non si vuole esprimere
  • Per evitare di usare una parola volgare

 

Trattino – Hypen

Il trattino o hypen si usa per separare il prefisso da una parola per renderla più facilmente leggibile.

Example: Justin is my ex-boyfriend.

Example: We will re-examinate your final test.

Si usa anche per creare nomi composti e per separare i numeri sotto il centinaio

Example: We need twenty-two more seats for the wedding hall.

Example: He’s an old stick-in-the-mud.

 

Lettere maiuscole – Capital letters

 

La lettera maiuscola va sempre (a meno che non si tratti di una licenza poetica) usata:

  • All’inizio di una frase
  • Per i nomi propri, i titoli (compresi titoli accademici e onorificenze)
  • Per scrivere sigle o acronimi (FBI, USA, MIT)
  • Per i giorni della settimana, mesi, nazioni, lingue e nazionalità

 

 

Le parentesi – Parenthesis or Brackets

 

L’uso è uguale a quello italiano.Le parentesi tonde o round brackets si usano per esprimere una opinione personale o spiegare un pensiero.

Le parentesi quadre o squared brackets servono per indicare una nota dell’editore, del traduttore o per aggiungere un elemento mancante in un discorso diretto

Le parentesi graffe o curly brackets si usano solo per indicare una serie di numeri e – raramente – una serie di oggetti.

 

Lo slash

 

Lo slash si usa per separare and/or e indicare due opzioni che non si escludono.

 

Example: to take parte at the meeting, bring your printed application receipt and/or your Identity card.

 

Consigli generali per la punteggiatura

 

Concludendo, ecco alcuni consigli generali su come usare la punteggiatura in inglese in lettere,report, progetti e documenti. La scrittura formale richiede un uso attento dei segni di interpunzione, un certo autocontrollo nell’uso dei puntini di sospensione, punti esclamativi e interrogativi, ma soprattutto periodi ben chiari e definiti.

Mentre in italiano è facile abbandonarsi a frasi lunghe e a intrecci di frasi subordinate, in inglese è bene attenersi a frasi più brevi. Renderà la lettura più agevole e il significato più chiaro.

Se state redigendo un testo da leggere in pubblico, ricordate che se non riuscite a leggerlo con facilità tutto d’un fiato, o il testo è troppo lungo o va modificata la punteggiatura.

Rileggetelo ad alta voce a qualcuno per capire come e dove intervenire.

Se volete approfondire o se state redigendo una tesi in inglese e vi tormenta l’aspetto relativo alle note e alle citazioni di opere altrui, vi consigliamo  di consultare anche online, il Chicago Manual of Style, la  principale guida stilistica per l’American English e comunque per la pubblicazione secondo gli standard internazionali.

Se hai trovato utile questo articolo, condividilo sui social. Per noi è importante!

Grazie!

Photo Credit: Anglo American Centre

Lascia un commento

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più accedi alla pagina dell’ informativa estesa sui Cookie

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi